Villa Reale

Maria Beatrice Ricciarda d’Este

Maria Beatrice Ricciarda d’Este (1750-1829)

Figlia unica di Ercole III d’Este e di Maria Teresa Cybo-Malaspina. Le trattative per il suo matrimonio con l’Arciduca Ferdinando, figlio di Maria Teresa d’Austria e futuro governatore di Milano furono condotte dal nonno Francesco III d’Este.

Nel 1771 sposò Ferdinando d'Asburgo, da cui ebbe dieci figli, dando inizio così alla dinastia degli Asburgo-Este.

La politica di Maria Beatrice fu significativa anche in campo sociale e culturale (incoraggiò validi artisti e ripristinò il servizio scolastico).

Maria Beatrice era molto diligente: s'informava e pretendeva di conoscere ogni cosa attinente al suo Stato e, da Vienna, dove risiedeva abitualmente, inviava le proprie decisioni al delegato, conte Pietro Ceccopieri, ponendo in disparte marito ed erede.

Nell’Orangerie della Reggia di Monza venne inaugurata lo spazio denominato “Rotonda” affrescata da Andrea Appiani con il ciclo di “Amore e Psiche”, in occasione del ventesimo anniversario di matrimonio di Ferdinando d’Asburgo con Maria Beatrice Ricciarda d'Este.

Alla morte della madre Maria Teresa Cybo-Malaspina, nel 1790 prese possesso del ducato di Massa e Carrara che successivamente lasciò al figlio Francesco IV.