Parco di Monza

Viale Cavriga

Il viale alberato Cavriga, che costituisce l’unico attraversamento carrabile del Parco, collega la Portineria di Monza alla Porta orientale di Villasanta.

L’importante via interna al Parco segue, fin dall’originale impianto dell’architetto Canonica, una direzione parallela a quella del cannocchiale prospettico dei Giardini Reali, ossia l’asse immaginario tra Milano e Vienna, capitale dell’allora Impero Asburgico. Il viale incrocia obliquamente l’altro asse principale del Parco, Viale Mirabello. Nel suo percorso, Viale Cavriga si accosta a molti punti di interesse del Parco, come il Viale dei Tigli, il Frutteto Matematico, il neoclassico Padiglione Cavriga, la Cascina Bastia, l’ansa del Lambro con il Ponte della Cavriga, e la Rotonda dei Liriodendri. Costeggiato da un doppio filare di querce, il viale si chiamava un tempo Viale dei Roveri, ma, dacché negli anni ’30 del Novecento questi alberi furono sostituiti da platani, il nome è stato cambiato con quello dell’omonimo Ponte della Cavriga, forse dal termine lombardo cavre (capre), animali che spesso brucavano sull’argine del fiume.