Parco di Monza

Scoiattolo rosso

Sciurus vulgaris

È un roditore onnivoro, lungo circa 25cm senza coda che da sola arriva a 15-20cm. Il peso va da 250 a 340g. La colorazione della pelliccia varia dal rosso al nero. Presenta lunghi ciuffi di peli sulle orecchie. La forma è snella, con arti anteriori più corti dei posteriori, strutturati perfettamente per i salti. Si nutre di ghiande, nocciole, noci e semi in genere, gemme e ramoscelli, ma non disdegna uova, piccoli uccelli ed insetti. La femmina può avere fino a 2 gravidanze l'anno. Ciascuna figliata dà alla luce da 3 a 6 piccoli che alla nascita sono ciechi e sordi. La madre si occupa di loro fino a circa 40 giorni, quando, completato lo sviluppo dei denti, possono mangiare cibi solidi e quindi iniziare a lasciare il nido per procurarsi il cibo da soli. Lo scoiattolo rosso vive in media tre anni. La sopravvivenza è legata alla disponibilità di semi di cui nutrirsi durante l'autunno-inverno. Predilige i boschi di conifere o di caducifoglie, ma frequenta anche parchi ed giardini delle nostre città. Ha raggiunto i boschi del Parco solo da qualche anno: le prime segnalazioni risalgono al 2000.