Villa Reale

Sala del trono

Piano primo nobile

La sala si presenta con una volta decorata dai preziosi stucchi e ornati dell’artista Giocondo Albertolli.  Il soffitto presenta una libertà di forme geometriche chiuse ai lati da figurette femminili vestite alla greca, che rappresentano l’Abbondanza, trovano spazio anche panoplie raffiguranti strumenti musicali, quali l’arpa, la lira, la cornamusa, il cembalo, accostati a fronde di alloro.
I pannelli delle sovrapporte recano una decorazione con due cornucopie incrociate, legate da un nastro, ricolme di fiori, unite da una ghirlanda e separate da un bastone caduceo. Compresa fra la porta e il pannello con le cornucopie è posta la rappresentazione di un’aquila fortemente aggettante dalle ali aperte, simbolo dell’impero asburgico. Nei medaglioni presenti sopra alle specchiere dei camini in marmo bianco, con le mensole di derivazione michelangiolesca, sono rappresentate immagini recanti il ritratto dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo.
Le boiserie sono impreziosite da decorazioni in colore blu realizzate su foglia d’argento con la particolare tecnica detta “meccatura”.