Parco di Monza

Rondò delle Roveri

Il Rondò delle Roveri, situato a sud-est del Parco di Monza, è una incantevole radura al punto di incontro di dieci scenografici percorsi alberati.

Il rondò, assente nei primi disegni del Parco di Monza, fa la sua comparsa nelle mappe a partire dal 1814, laddove originariamente vi era un semplice incrocio di viali.
Si tratta di un ampio spazio circolare a prato da cui si dipartono, in una raggiera regolare, dieci percorsi in terra battuta che, attraverso un bosco di latifoglie, lo collegano con altri snodi contigui come la Rotonda dei Liriodendri e il Rondò degli Ippocastani, o conducono fino ai confini del Parco. Il nome attuale di Rotonda delle Roveri si riferisce alla presenza delle querce che, alternate a carpini secondo il disegno originale, ne ornano il contorno; la denominazione precedente di Rotonda del Cedro derivava dalla presenza di un maestoso cedro del Libano che un tempo si ergeva al suo centro.