Parco di Monza

Rondò degli Ippocastani

Importante rotonda pedonale situata lungo il principale cannocchiale prospettico del Parco, la direttrice che collega idealmente la Villa Reale con la residenza asburgica di Schönbrunn a Vienna.

Il Rondò degli Ippocastani, antico rondò di caccia presente fin dalle prime versioni del progetto di riqualificazione generale del Canonica, costituisce uno dei punti di incrocio del sistema di viali prospettici della zona sud-est del Parco. Pur essendo più piccolo della Rotonda dei Liriodendri e del Rondò delle Roveri a cui è direttamente collegato, non è certo di minor importanza. In questo snodo converge infatti anche il cosiddetto Viale degli Ippocastani il cui tracciato, proseguendo oltre il Ponte delle Catene, completa il lungo e mirabile cannocchiale prospettico che unisce idealmente Milano, la Villa Reale di Monza, e Vienna, capitale dell’Impero asburgico.

La rotonda deve il suo nome alla presenza di esemplari isolati e di filari di Ippocastano che, con le loro fitte chiome, in estate proiettano una piacevole ombra sui percorsi.