Villa Reale

Ranieri d'Asburgo

Ranieri Giuseppe d’Asburgo-Lorena aveva una nonna celeberrima: la grande Maria Teresa d’Austria. Era infatti figlio (per la precisione il terz’ultimo di sedici figli) dell’imperatore Leopoldo II, a sua volta figlio di Maria Teresa. Dopo aver ricevuto da suo fratello maggiore, l’imperatore Francesco I, diversi incarichi amministrativi, Ranieri venne nominato nel 1818 viceré del Lombardo-Veneto, dove restò per trent’anni col medesimo incarico. Devoto, caritatevole, appassionato di botanica, nei suoi soggiorni estivi in Villa Reale Ranieri amava particolarmente i giardini reali e il vastissimo parco voluto dai Francesi. Per l'arciduca venne creata appositamente una campanula che con il suo nome. Fuggì da Milano il 17 marzo 1848, poche ore prima dello scoppio della rivoluzione. Avendo sposato Maria Elisabetta di Savoia-Carignano, sorella di Carlo Alberto re di Sardegna, era lo zio materno di Vittorio Emanuele II. Zio materno e insieme  suocero di Vittorio Emanuele II, avendo questi sposato sua figlia Adelaide. 

(1783-1853)