Parco di Monza

Ramarro

Lacerta bilineata

È un sauro della famiglia dei Lacertidi, di colore verde brillante, rapidissimo nei movimenti. La forma è quella tipica delle lucertole con dimensioni però maggiori: la lunghezza può raggiungere i 45cm (coda compresa). I maschi hanno il dorso verde brillante mentre nelle femmine è più scuro e presenta strie longitudinali chiare. Nel periodo degli amori, la gola dei maschi diventa azzurra: frequentano di preferenza pendii assolati, prati con cespugli, boscaglie e i bordi di strade e sentieri. Non si arrampicano volentieri, ma preferiscono restare mimetizzati tra l'erba. Rettile a sangue freddo, il ramarro passa inattivo il periodo invernale in anfratti del terreno. L'alimentazione è basata su insetti e altri piccoli artropodi, ma anche piccoli vertebrati (serpenti, altri rettili ecc.) e uova di uccelli. Può essere integrata con bacche e altri prodotti vegetali. Nella stagione riproduttiva i maschi lottano tra loro sollevando la parte anteriore del corpo, in modo da evidenziare il sottogola azzurro, e avanzano frustando l'aria con la coda, finché il rivale non dà segni di sottomissione. La femmina depone da 5 a 20 uova dal guscio non rigido, lunghe 15-18mm, in buche scavate nel terreno riparate della vegetazione; le uova si schiudono dopo 2-3 mesi.