Parco di Monza

Martin pescatore

Alcedo atthis

È la specie più diffusa di martin pescatore e l'unica presente in Europa. È lungo 15-16cm per un peso di 40-44g circa. Le piume sono sgargianti, di colori tra il blu e il verde, ma sul collo e sulla gola si notano evidenti macchie bianche. Le parti superiori presentano una colorazione che varia tra il blu brillante e il verde smeraldo, a seconda della luce. Il petto ha colorazione arancione vivace per i maschi, più castana per le femmine. Lo si osserva spesso posato sui rami o sui paletti presso l'acqua, da dove si tuffa per catturare le sue prede. In genere vola basso, rasente l'acqua, il suo volo è veloce, con un frullo d'ali. Spesso fa lo "spirito santo", ovvero riesce a rimanere fermo in volo sopra la superficie dell'acqua fino a che, individuata la preda, si getta in picchiata catturandola in pochi secondi. Il suo habitat ideale è molto legato all'acqua; la sua dieta è infatti quasi esclusivamente a base di pesce. Dal mese di gennaio si formano le coppie e le uova vengono covate da entrambi i genitori nei nidi sotterranei, scavati negli argini in vicinanza dell'acqua; i piccoli nascono tra marzo e agosto. È molto diffuso in Europa, Asia e Africa. Lungo il Lambro e le rogge trova luoghi di caccia, ma nella seconda metà degli anni '90 si è assistito anche alla sua nidificazione.