Parco di Monza

Liriodendro

Liriodendron tulipifera, Fam. Magnoliacee
Nome comune: Liriodendro, Albero dei Tulipani

"Albero della più grande altezza, singolare per la sua bella forma, e pei suio fiori a guisa di tulipani, dai quali è derivato il nome". Ercole Silva, 1813

Albero deciduo originario dell’America Settentrionale, è stato introdotto in Europa nel Settecento come specie ornamentale per parchi e giardini. Di grandi dimensioni, può raggiungere un’altezza di 25-30m e una larghezza di 10-15m. La corteccia è grigio verde, liscia in gioventù, rugosa e fessurata negli alberi maturi. Le grandi foglie quadrilobate, dalla forma che ricorda la testa di un gatto, assumono in autunno una spettacolare colorazione giallo accesa. Il nome si riferisce alla forma dei grandi fiori, leggermente profumati, che, simili a tulipani di colore verde-giallo con macchie arancio, compaiono fra maggio e luglio. I fiori sono seguiti da frutti a forma di piccole pigne, composte da semi alati che si disperdono grazie al vento durante l’autunno e l’inverno. Nel Parco, seppur poco comune, è riscontrabile in esemplari isolati nei Giardini Reali e in filare attorno alla omonima Rotonda dei Tulipani. Lungo il viale Cavriga, nelle vicinanze del ponte, esiste il "Rondò dei Tulipiferi", un tributo degli antichi giardinieri affascinati da questa pianta.