Parco di Monza

Collinetta di Vedano

Situata nell’area occidentale del Parco, la collina di Vedano offre un punto di osservazione sopraelevato sul Parco e un luogo di interesse paesaggistico lungo il perimetro delle mura.

La collina, ricavata dal materiale proveniente dallo scavo del laghetto (oggi scomparso) della Villa Mirabello, aveva una funzione sia produttiva sia paesaggistica. Coltivata a filari di uva labrusca, dalla sua sommità, all’ombra di un tempietto in ferro denominato Tempietto della Collina, si poteva godere di un’ampia vista panoramica sul Parco, e in particolare sulla Cascina Fontana, le due residenze del Mirabello e Mirabellino, e il viale dei carpini che le collegava. A metà del Novecento le viti vennero sostituite da un fitto bosco di abeti rossi che però ostacolavano la vista del panorama. Per questo motivo, durante le opere di riqualifica del 2006, si decise di sostituire gli abeti, decimati da un’epidemia, con piante basse in modo da recuperare la funzione di belvedere. Le piante di ribes utilizzate sono state disposte in modo regolare, per ricreare un effetto simile a quello dei filari di viti. Un piccolo gruppo di gelsi bianchi rievoca la presenza del tempietto perduto.