cascina Costa Alta
Parco di Monza

Cascina Costa Alta

Cascina Cosa Alta, d’inizio XIX secolo, in precedenza Scuderia Reale, è situata tra le porte di Biassono e Santa Maria delle Selve e presenta tipologie compositive delle ville signorili.

L'edificio, caratterizzato da tre corpi di fabbrica attorno a una corte rustica, è situato nella zona settentrionale del parco, tra un’area boscosa e un belvedere che si estende su ampio parterre erboso. Il progetto è stato elaborato da Giacomo Tazzini attorno al 1824, quando assunse la direzione dei lavori nel Parco dopo aver affiancato il Canonica per 8 anni.

Cascina Costa Alta, progettata dall'architetto Giacomo Tazzini all’inizio degli anni Venti del XIX secolo, nelle vesti di “Architetto dei Regi Fabbricati”, presenta una facciata con finestre ad arco e timpano di coronamento che richiama le tipologie compositive delle ville signorili, completata da belvedere.  Per la bellezza della facciata principale e la posizione rilevata, che offriva la vista su un piacevole panorama, fu ritratta nelle acqueforti dei coniugi Lose nella raccolta dedicata alla Promenade dans le Parc Impérial et Royal et les Jardins de Monza.

L'edificio, caratterizzato da tre corpi di fabbrica attorno a una corte rustica, ha corpo centrale rettangolare e ali simmetriche e quadrate. Il fronte principale presenta un portico con sei colonne in pietra a pianterreno che introduce, attraverso una scala centrale, a due locali per lato, uno dei quali è provvisto di forno. Sotto il porticato è visibile un vecchio pozzo in pietra sulla destra, mentre sul lato sinistro la struttura si presenta con una struttura in muratura. Ristrutturata nel 2015 in seguito alla delibera della giunta comunale, Cascina Costa Alta è oggi sede di un Ostello della gioventù, con una sala polifunzionale posta al primo piano. Ospita inoltre attività educative sul territorio e sull’ambiente.

Collegamenti: