Andrea Appiani - Apoteosi di Psiche, affresco nella Rotonda della Villa Reale di Monza
Villa Reale

Andrea Appiani

È il dominatore indiscusso della pittura neoclassica in Italia. Persegue con grande convinzione e maestria un ideale di bellezza e di grazia, dove la mitologia è elemento essenziale. A riprova di questa scelta poetica, a  Monza Appiani realizza gli affreschi con le storie di Amore e Psiche nella piccola Rotonda nata come collegamento architettonico di raccordo fra la Villa e il Serrone. Pittore di Napoleone, dipinge per lui l’Apoteosi e le Virtù Cardinali, parti di un affresco del soffitto della sala del Trono di Palazzo Reale di Milano. L’Apoteosi venne parzialmente distrutta dai bombardamenti del 1943, per poi essere staccato, recuperato e trasferito a  Villa Carlotta a Tramezzo. Sempre a Palazzo Reale Appiani dipinge le tempere monocrome dei Fasti, che sono andate distrutte nel 1943, nel salone delle Cariatidi. Alla Reggia di Monza realizza inoltre il prezioso fondale del Teatro di Corte "il corteo di Bacco fanciullo". Il bozzetto autografo e' conservato presso il Museo del Teatro della Scala.

 

(Milano 1754-1817)