Parco di Monza

Anatra mandarina

Aix galericulata

La sua fama è dovuta alla bellezza e alla ricercatezza del piumaggio dei maschi e all'eleganza e semplicità di quello delle femmine. Il piumaggio nel maschio presenta un vivace colore arancione attorno al collo a formare una grande gorgiera allargata sui lati e il capo è sormontato da numerose piume rosse e verdi, mentre il petto è blu cangiante. L'alimentazione varia con la stagione e la località: include ghiande e semi in autunno, lumache, insetti, piccoli pesci e vegetali in primavera, (uva, rose, rododendri) semi di piante acquatiche e piccoli invertebrati. Sono uccelli molto sociali che volano in grandi gruppi d'inverno; in cattività vivono tranquillamente assieme ad altre specie di anatre.

La femmina depone le uova in un nido posto nella cavità di un albero. Dopo 28-30 giorni, gli anatroccoli appena nati abbandonano il nido buttandosi in acqua dalla cavità e atterrando di petto. L'anatra mandarina è originaria di Cina, Giappone e Russia; la presenza nei paesi europei è dovuta alla sua introduzione per scopi ornamentali verso il XVIII secolo, ma da allora, avendo trovato habitat favorevoli al suo sviluppo, si è inselvatichire in diverse regioni.