Parco di Monza

Airone cenerino

Ardea cinerea

È il più grande tra gli aironi europei, becco massiccio e appuntito, corpo grande e compatto; il piumaggio è di colore grigio sulla parte superiore e bianco in quella inferiore. Le zampe e il becco sono gialli. L'adulto ha piume nere sul collo e un ciuffo nero molto evidente sulla nuca che si diparte dalla sommità posteriore e superiore dell'occhio. Come tutti gli aironi vola tenendo il collo ripiegato a "S". Per nutrirsi frequenta acque basse dolci, di grandi fiumi, torrenti, stagni, laghi, bacini artificiali, pianure allagate, risaie.

La sua dieta dipende dall'habitat utilizzato; cattura pesci, anfibi, piccoli rettili, piccoli mammiferi, insetti e altri invertebrati. Caccia normalmente di giorno, anche in gruppo, restando immobile in attesa di individuare la preda. Nidifica in colonie composte da qualche decina ad alcune centinaia di nidi, spesso con altre specie di aironi. Il nido, costruito da entrambi i partner, è formato da un voluminoso ammasso di rami, posizionato solitamente tra i 10 e i 20 metri di altezza.

I luoghi in cui nidificano gli aironi vengono denominati garzaie e gli alberi utilizzati sono di solito ad alto fusto. La riproduzione ha luogo tra marzo e maggio; le uova, 4-5, vengono covate da entrambi i genitori per 25-26 giorni e i giovani si involano a circa 50 giorni. È presente in Europa, Asia e Africa escluse le zone artiche e i deserti. Diffuso in Pianura Padana soprattutto lungo i fiumi e nelle zona della Lombardia e del Piemonte dove è dominante la risaia. Qui in una posa spettacolare.