Parco di Monza

Acero riccio

Acer platanoides, Fam. Aceraceae
Nome comune: Acero riccio, Acero di Norvegia

Longeva latifoglia decidua alta 20-25m, ha fusto diritto e chioma densa e rotondeggiante. La corteccia è bruno-grigiastra, fessurata longitudinalmente. Le foglie, simili a quelle del Platano, sono grandi, palmate, a 3-7 lobi che terminano con una punta allungata e leggermente ricurva (da cui il nome “Acero Riccio”); in autunno assumono bellissime colorazioni dal giallo oro al bruno-scarlatto prima di cadere. Da aprile a maggio, prima dell’emissione delle foglie, sbocciano fiori gialli-verdastri riuniti in corimbi. Il frutto è una samara ad ali molto divaricate (160°) con lungo peduncolo. Specie molto comune in tutta Europa, il suo legno era usato per la produzione di mobili e utensili domestici.

Nel Parco è comune e facilmente osservabile nelle zone boscate delle porzioni settentrionali, e in un filare a nord della Cascina Frutteto.